Seite in deutsch
Monguelfo
Castel Welsperg
Paul Troger
HOLIDAYPASS PREMIUM

Scoprire l'Alto Adige anche senza usare la propria auto

Facebook

L'Associazione Turistica Val Casies-Monguelfo-Tesido su Facebook. Ti piace

Posta del mattino

ogni giorno le nostre novitá

Manifestazioni

Prossime manifestazioni in programma!

Castel Welsperg e rudere Thurn


A nord-est di Welsberg-Monguelfo nell’alta Val Pusteria, all’imbocco della Valle di Casies (Gsieser Tal) si innalza maestosamente il Castello Welsperg, situato nel bel verde alpino su un pianoro roccioso che scende a strapiombo dai tre lati sul rio Casies. Così il visitatore può accedere all’interno del castello attraverso la porta fortificata esterna solamente passando su di un ponte di altezza elevata e un tempo levatoio.

Castel Welsperg costituisce un’opera di fortificazione singolare: un castello a struttura nucleare. L’elemento più antico è il mastio la cui costruzione sarebbe iniziate nel 1126. Eretto sul punto più alto della roccia offriva un’ampia veduta sulle valli. In seguito vennero edificati la cappella romanica, l’edificio residenziale con gli ambienti di servizio. Il primitivo castello venne ampliato e ristrutturato nel 1450, nel 1510 e nel 1568. I Signori di Welsperg che sostenevano di discendere dai Guelfi (Welfen) appartengono alle più imminenti famiglie della nobiltà tirolese. I Milites Nobiles di Welsperg iniziano la loro ascesa politica e sociale come avvocati dei conti di Gorizia e Tirolo. Nell’anno 1140 Otto I di Welsperg con i suoi figli Schwikher e Otto II appare in un documento come testimone di una donazione all’abbazia Novacella. Egli è il capostipite della casata dei Signori di Welsperg. I suoi discendenti dispongono di considerevoli beni patrimoniali nell’intera regione tirolese.
Come vassalli dei conti di Gorizia e Tirolo possedevano il giudizio di Welsperg e di Heinfels, i diritti di avvocazia in Pusteria e Vipiteno, nonché terreni a San Candido. I Signori di Welsperg aumentarono il loro patrimonio e la loro importanza mediante l' amministrazione urbaria, mediante un’intelligente politica matrimoniale, un' abile attività commerciale, mineraria ed amministrativa e la detenzione di alte cariche. Nel 1359 Georg von Welsperg comprò Castel Thurn ubicato in prossimità di Tesido. L' anno 1765 fu un anno fatale tanto per Castel Welsperg quanto per Castel Thurn: un incendio distrusse interamente Castel Thurn e gran parte di Castel Welsperg. Da allora la fortificazione è stata trascurata e abbandonata al proprio destino.

Attualmente il "Kuratorium Schloß Welsperg" si adopera per la conservazione, il restauro e la revitalizzazione di questa dimora storica. Il castello è visitabile dall' inizio di luglio a metà settembre, da lunedì a venerdì dalle ore 9.30 alle 12.00.
Inoltre hanno luogo concerti serali ed esposizioni artistiche.

Homepage
www.castelwelsperg.com


Initiative per Monguelfo | Via Pusteria 16 | I-39035 Monguelfo (BZ) | Part. IVA: 02490200215
Tel. +39 0474 944 118 | Fax +39 0474 944 599 | info@welsberg.com